COOPERATIVA A RESTA

resta2

Dal  1760, prima data certa  (e documentata) della  fiera dell’aglio di Vessalico, da tutti i paesi dell’Alta Valle Arroscia, i contadini partecipavano portando  l’aglio coltivato nei campi assolati della “mezzacosta” (circa 500mt s.l.m.).

L’aglio veniva intrecciato  in questo modo unico che dava, oltre che bellezza estetica e praticità del trasporto, la sicurezza di una maggiore conservabilità del  prodotto; infatti, la pianta, lasciata  intera  per  l’intreccio,  permetteva  ai bulbi di essere alimentati dalla linfa che persisteva nelle foglie; restavano, inoltre, invariate anche le proprietà organolettiche dell’aglio.

Tutto questo è stato mantenuto per dare un prodotto buono e di qualità ai nostri clienti ed è garantito dai 3 disciplinari a cui la Cooperativa “A Resta” fa  riferimento:

1) Quello interno, steso al momento della costituzione, sottoscritto e seguito da tutti i soci;

2) Quello redatto assieme a Slow Food al momento della costituzione del presidio;

3) Il disciplinare di produzione biologica

Prodotto negli 11 Comuni che compongono l’alta Valle Arroscia, il nome deriva dalla settecentesca “Fiera dell’Aglio”, un aroma delicato, sapore intenso e leggermente piccante; capacità di conservazione elevata (se conservato in un luogo fresco ed asciutto – non alla luce diretta del sole e soprattutto non al buio, in quanto essendo assolutamente naturale, seguirebbe il suo ciclo vitale germogliando); alta digeribilità dovuta alle caratteristiche organolettiche date dal clima e dal terreno particolare di questa valle ed al fatto di avere un “anima” molto piccola (fattore principale del fastidioso problema).

Tutto ciò è l’Aglio di Vessalico

  La carta di identità

 1) Caratteristiche botaniche

Pianta della famiglia delle liliaceae
Pianta erbacea a bulbo perenne, composta da tanti piccoli bulbi a spicchio, ricoperti da una pellicola di color bianco o rosato. Le foglie sono saldate a tubo alla base e formano una guaina allo scapo fiorale; superiormente sono appiattite e cave larghe anche 2 cm alla base vanno assottigliandosi alla sommità.

2) Caratteristiche chimiche

L’aglio è costituito d’acqua, proteine, grassi, carboidrati, fibre (cellulosa, pectina, mucillaggine). Il bulbo contiene numerosi minerali come: arsenico, cromo, calcio, ferro, fosforo, iodio, magnesio, manganese, potassio, rame, silicio, sodio, zinco, zolfo e vitamine (A-B1-B2-B6-B12-C-D-H).
Nell’aglio sono presenti anche germanio, un elemento minerale in traccia che si ritiene essere in grado di rafforzare il sistema immunitario; enzimi, amminoacidi, sostanze ormonosimili, acido nicotinico, composti solforati ecc…
Contiene potenti principi antibiotici l’allicina e la garlicina, le allietatine che distruggono lo stafilococco e allontanano il raffreddore incipiente.

piante pulite

INFO e contatti:

Frazione Lenzari, 15

18026 Vessalico – Imperia

email: info@vessaglio.it

sito: www.vessaglio.it

tel.: 3356079126